NELLE VALLI GIUDICARIE,

IN TRENTINO,

ABBIAMO UN SEGRETO…

 

Nelle valli Giudicarie, in Trentino, abbiamo aria pura di montagna, una terra fertile e generosa e la passione ed il lavoro di più di cento produttori.

 E’ qui, a 500-900 metri di quota che coltiviamo le Montagnine, genuine patate dall’apprezzato gusto tipico che conserviamo al naturale, mantenendo così quel sapore di  montagna che arriva intatto sulla vostra tavola.

“Le Montagnine”   è il nome che abbiamo dato alla nostra produzione di patate da pasto che con immediatezza trasmette al consumatore una sintesi delle caratteristiche positive del prodotto:

  • Sono coltivate su terreni ed in ambiente di montagna che, un pò avari nelle quantità che rendono al produttore, sono prodighi invece di sapori genuini per chi le gusta. Inoltre da una recente ricerca condotta dall’ISCI di Bologna e dalla Fondazione E. Mach – Istituto Agrario di San Michele all’Adige hanno accertato che le patate coltivate in montagna hanno tre volte la quantità di acido ascorbico di quelle coltivate in pianura e una percentuale di zuccheri riducenti più bassa.
  • Sono coltivate le vecchie e tradizionali varietà di montagna che, a disprezzo delle date della loro nascita che si avvicinano o superano il secolo, manifestano un gusto che solo alcune delle nuove generazioni varietali riescono ad avvicinare; accanto a queste abbiamo saggiato e scelto alcune varietà, anche di recente costituzione, ponendo come prima caratteristica non già la perfezione della buccia o della forma, ma sempre il gusto per il consumatore e l’adattabilità ai terreni di montagna che le renda naturalmente in grado di difendersi dalle avversità. Non vogliamo che “Le Montagnine” siano ricercate dal consumatore per la perfezione delle loro forme o per l’attribuzione di poteri “magici” di chissà quale apporto somministrato loro in campo: vogliamo che siano apprezzate per come sono, e cioè buone e salubri, gustose e frutto di quanto solo la pianta, senza forzature è riuscita a carpire dai nostri terreni di montagna.
  • Sono conservate al naturale, e qui il discorso si fa importante per il consumatore, la patata è un organismo vivo capace di riprodursi da se stesso, ossia è in grado, dopo un periodo di dormienza (periodo dopo la raccolta dove il tubero “dorme”), di far ripartire dei germogli che daranno origine ad una nuova pianta. Questo lasso di tempo può variare da poche settimane fino ad alcuni mesi ed è influenzato dall’ambiente di coltivazione, da quello di conservazione e dalla varietà; esistono tuttavia dei trattamenti chimici, autorizzati, in grado di bloccare la germogliazione, consentendo così un più lungo periodo di commercializzazione. Noi abbiamo detto no a qualsiasi trattamento anti germogliante, ne in campo ne in fase di conservazione, è solo il nostro territorio che ci aiuta a conservare “Le Montagnine” fino a primavera inoltrata.
  • Con Decreto del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali del 25 Luglio 2003, le patate trentine di montagna hanno ottenuto un importante riconoscimento con l’inserimento nell’Atlante dei prodotti agroalimentari tradizionali trentini.

Per maggiori informazioni, visitate il sito http://www.copagtrentino.it/

 

 

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Ti terrmo aggironato sulle ultime novità e promozioni 

L'iscrizione alla newsletter è avvenuta correttamente